. Home

reluis

Benvenuti nel sito del Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica


Sequenza del Centro Italia cominciata il 24 agosto 2016

La sequenza del Centro Italia, cominciata il 24.08.2016, ha fatto registrare più di 15.000 terremoti di magnitudo 2 o superiore in tre anni. La maggior parte, però, entro l'inizio del 2017, dopo i terremoti principali della sequenza. L’animazione prodotta dall'ing. Suzuki e dal prof. Iunio Iervolino, mostra che alcune località nell'area sono state sede di molte centinaia di eventi.
 

Second SeDIF-Conference

Second SeDIF-Conference "Seismic design of industrial facilities", Aachen, marzo 2020. Tutte le informazioni al seguente link: www.tuev-sued.de/sedif.
 

Primi passi verso "Io non rischio 2019"

Anche nel 2019 i volontari di protezione civile continueranno a impegnarsi per la diffusione della cultura di protezione civile, proseguendo l’attività volta a far crescere una matura consapevolezza dei rischi presenti sul territorio e a far conoscere le buone pratiche che ogni cittadino può seguire per ridurne gli effetti. Il 12 e 13 ottobre 2019 torna la campagna "Io non rischio": i volontari di protezione civile incontreranno i cittadini per il nono anno consecutivo. Fino al 31 marzo le associazioni di volontariato di protezione civile potranno presentare la domanda e accedere al percorso formativo di cui troverete maggiori dettagli sul sito www.iononrischio.protezionecivile.it.
 

Scomparsa di Giuseppe Zamberletti

Ieri, 26 gennaio 2018, è scomparso Giuseppe Zamberletti, padre della moderna Protezione Civile italiana.
A lui si deve il merito di aver pensato, cercato e ottenuto tra gli anni ’80 e ’90 la realizzazione di un sistema di protezione civile preesistente agli eventi calamitosi con cui interrompere la improvvida consuetudine di costruire in corsa la macchina dei soccorsi.
La visione diretta delle enormi difficoltà dei soccorsi nei primi giorni del terremoto della Campania-Basilicata del 1980, in cui operò come Commissario Straordinario, fecero nascere in lui la consapevolezza e delineare il progetto di come avrebbe dovuto essere concepita e organizzata la protezione civile italiana: un concerto di tutte le risorse presenti nelle amministrazioni pubbliche, in armonia con le istituzioni, la comunità scientifica ed il volontariato, da porre sotto un unico coordinamento funzionale assicurato direttamente dal Presidente del Consiglio dei Ministri. Una consapevolezza, questa, che Zamberletti aveva già avuto in Friuli quattro anni prima, ma che al momento del terremoto del 1980 il legislatore non aveva ancora recepito.
Il presidente, prof. ing. Gaetano Manfredi, e tutta la comunità di ReLUIS esprimono profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia per la sua scomparsa.
 

Terremoti 2018

I terremoti registrati dallo INGV in Italia durante il 2018. Circa 2500 terremoti di magnitudo maggiore o uguale a 2, circa sette al giorno in media.

alt
 

Terremoto di Catania: report fotografico

Report fotografico dei danni rilevati a seguito del terremoto di Catania del 26 dicembre 2018.
 

Terremoto di Catania 26.12.2018

Rilasciata una nuova registrazione del terremoto di Catania (26.12.2018). PGA 0.6g e rapporto verticale/orizzontale inferiore a quanto mediamente osservato nei terremoti tettonici. Mw 4.9 e profondità 1.2km; superamento dello spettro di progetto non particolarmente sorprendente, si veda lo studio ReLUIS: https://goo.gl/6f8k3D. [Fonte dei dati DPC e INGV, elaborazioni del gruppo del prof. iunio iervolino dell'Università degli Studi di Napoli Federico II.]
 
alt
 

Terremoto in Sicilia stanotte

Spettri di risposta in accelerazione per la stazione con la massima PGA registrata nel terremoto di stanotte in Sicilia e lo spettro di codice per lo stesso sito (Analisi preliminare possibilmente soggetta a revisione; fonte della registrazione rete sismica INGV)

alt


 
Pagina 1 di 28

5 per mille

Il 5 per mille è uno strumento che permette ai cittadini di sentirsi coinvolti in maniera diretta per il perseguimento di obiettivi di utilità sociale.
Puoi destinare al Consorzio ReLuis il 5 per mille della tua IRPEF (o di quella della tua famiglia se ancora non percepisci un reddito), senza alcun onere aggiuntivo e senza entrare in contrasto con l’attribuzione dell’otto per mille e per finanziare laboratori di ricerca, strumentazioni, borse di dottorato.
Per destinare il 5 per mille al Consorzio ReLUIS , basta segnalarlo al commercialista o al CAF al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi e firmare la casella "Finanziamento della ricerca scientifica e delle Università" indicando il codice fiscale 04552721211.

Login

ReLUIS reluis[a]unina.it
Presidente 2007 - oggi:
Prof. Ing. Gaetano Manfredi
Presidente 2005 - 2006:
Prof. Ing. Mauro Dolce
Presidente 2003 - 2004:
Prof. Ing. Edoardo Cosenza
Sede amministrativa
Dipartimento di Ingegneria Strutturale
Università di Napoli Federico II
Via Claudio 21, 80125 Napoli, Italia
Tel. e fax 081 7683811
PEC reluis[a]pec.it
Segreteria Amministrativa
Sig.ra Annarita Borrelli
borrelli[a]reluis.it
Responsabile sito ReLUIS
Prof. Ing. Iunio Iervolino
Webmaster
Doppiavoce
dv[a]doppiavoce.it


kinkyhub beeg