. Home Terremoto Italia Centrale 2016 Aggiornamento attività ReLUIS Terremoto Italia Centrale del 18 ottobre 2016

reluis

Aggiornamento attività ReLUIS Terremoto Italia Centrale del 18 ottobre 2016

Continuano le attività ReLUIS, sotto il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale per le verifiche di agibilità dell’edilizia pubblica, e sotto il coordinamento congiunto del Dipartimento della Protezione Civile e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per le verifiche di agibilità degli edifici monumentali. Sui beni culturali, in particolare, il giorno 17 ottobre, 8 squadre ReLUIS sono state impegnate in verifiche di agibilità su 28 chiese nei comuni di Acquasanta Terme, Cermignano, Fermo, Montemonaco, Norcia, e Teramo. In totale, dal 13 settembre sono state effettuate le seguenti verifiche di agibilità relative a:
  • 217 chiese e 3 edifici in Umbria, nei Comuni di Alviano, Calvi, Campello sul Clitunno, Cascia, Cerreto di Spoleto, Foligno, Giano dell’Umbria, Guardea, Gubbio, Montefalco, Monteleone di Spoleto, Narni, Norcia, Otricoli, Perugia, Preci Spoleto, Scheggia e Pescelupo, Scheggino, Spello, Sellano, Sant’Anatolia di Narco e Terni, Vallo di Nera;
  • 107 chiese e 5 edifici in Lazio, nei comuni di Accumoli, Amatrice, Antrodoco, Borbona, Borgo Velino, Cantalupo, Casperia, Castel Sant’Angelo, Cignoli, Cittareale, Leonessa, Micigliano, Montasola, Morro Reatino, Posta e Rieti;
  • 283 chiese e 2 edifici in Abruzzo, nei comuni di Atri, Basciano, Bellante, Bisenti, Cagnano Amiterno, Campli, Campotosto, Capitignano, Carpineto della Nora, Castellalto, Castelli, Castiglion Messer Raimondo, Castiglione a Casauria, Cermignano, Civitella del Tronto, Colledara, Colledara Mercato Vecchio, Colonnella, Controguerra, Cortino, Crognaleto, Fano Adriano, Isola del Gran Sasso, Martinsicuro, Montereale, Montorio al Vomano, Mosciano Sant’Angelo, Notaresco, Penna S. Andrea, Rocca Santa Maria, Sant’Egidio alla Vibrata, Sant’Omero, Sulmona, Torricella Sicura, Teramo, Torano Nuovo, Tossicia, Valle Castellana;
  • 75 chiese e 13 palazzi nelle Marche, nei comuni di Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Ascoli Piceno, Camerino, Caldarola, Castelraimondo, Colli del Tronto, Fabriano, Fermo, Esanatoglia, Matelica, Mogliano, Monsampolo del Tronto, Montefortino, Montemonaco, Montegallo, Macerata, Offida, Rapagnano, Sassoferrato, Spinetoli, Tolentinoe Treia, Ussita.
Le verifiche di scuole e edifici pubblici condotte dal 29 agosto al 21 settembre hanno riguardato 160 scuole (per un totale di 253 corpi di fabbrica), 47 edifici pubblici (per un totale di 54 corpi di fabbrica) e in particolare:
  • 80 scuole e 10 edifici pubblici in Abruzzo, nei Comuni di Cagnano Amiterno, Canzano, Capitignano, Colledara, Colonnella, Isola del Gran Sasso, Montereale, Montorio al Vomano, Pizzoli, San Pio delle Camere, Teramo, Villa Vomano, Tornimparte, Campli, Rocca Santa Maria, Crognaleto, Torricella Sicura, Atri, Mosciano Sant'Angelo, Civitella del Tronto, Sulmona, Tocco da Casauria, Castiglion Messer Raimondo, Torre de’ Passeri, Prezza, Raiano e Castiglione a Casauria;
  • 51 scuole e 31 edifici pubblici nel Lazio, nei Comuni di Amatrice, Cittareale, Collalto Sabino, Fiamignano, Leonessa, Montopoli di Sabina, Poggio Bustone, Posta, Rieti, Scandriglia, Antrodoco, Collevecchio, Selci, Poggio Mirteto, Torri in Sabina, Casperia, Colle di Tora, Castel S. Angelo, Borgo Velino, Poggio Moiano, Cittaducale, Mercetelli, Torricella in Sabina, Fara in Sabina, Pescorocchiano;
  • 18 scuole e 2 edifici pubblici nelle Marche nei Comuni di Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Ascoli Piceno, Castelraimondo, Cingoli, Folignano, Macerata, Montegallo, Recanati, San Ginesio, Tolentino;
  • 7 scuole e 4 edifici pubblici in Umbria, nei comuni di Foligno, Norcia, Spoleto.
Ultimo aggiornamento ( Martedì 18 Ottobre 2016 17:37 )  
kinkyhub beeg